Crea sito
Racconti da leggere e da scaricare

Racconti

Capitolo 1 – Spazzatura cosmica

Spazzatura cosmica, non è difficile sentirsi spazzatura cosmica. Mi guardo allo specchio, sono immondizia errante. Oggi è una giornata di merda, niente studio, perdo tempo, sensi di colpa, nuvole, freddo, pioggia… o forse era la doccia, ho i capelli bagnati, tre giorni di barba incolta, labbra screpolate, tosse con catarro. Continua a leggere

Capitolo 6 – Energie latenti (parte II)

Possiamo prevedere il futuro prossimo? Certo come no, siete cechi? Ovunque si vedono i segni di quello che sarà. Attualmente c’è già un mondo che si sta affermando, è il mondo dell’interazione informatica. Vedo nascere compagnie di che gestiranno il flusso dei dati. Processi giuridici sull’illecito movimento di informazioni non autorizzate. Continua a leggere

Capitolo 4 – Un soggetto

Cavolo! Questo libro è uno spasso. Stranamente sono due ore che sto seduto a terra e non ho neanche male al culo. Trascuro il marmo freddo, trascuro le ore che passano. Alcuni giorni fa cercavo la biografia di qualche illustre scienziato ed invece sono capitato su questa autobiografia che mi fa morire dalle risate. Frank Zappa, figlio di italiani trapiantati in America. Compositore e chitarrista di fama, il suo modo di scrivere è davvero esilarante, proprio all’altezza della sua vena creativa musicale, e poi direi che il suo glaciale cinismo mi mette quasi di buon umore. Continua a leggere

Capitolo 3 – Caffé nero…

Caffè nero per i miei neuroni….

…. le cellule nervose, il nervo ottico, la retina, le sclere bianche, venate di fragili capillari rossicci, la pupilla di tenebra scatta rapida sugli oggetti. Guardo intorno, la sala di lettura ha una grande finestra che si affaccia sulla vallata, una nebbia indefinita sbiadisce i colori sfocando il paesaggio all’orizzonte. Continua a leggere

Capitolo 2 – Ho vinto al lotto

Alla biblioteca comunale, incontro vecchi amici, c’è anche Marco, ormai ci conosciamo da quindici anni. Da dieci minuti vago insieme a lui fra gli scaffali (e nella vita da quindici anni), vago fra i ragni e le ragnatele, i libri polverosi, gli acari. Continua a leggere